Scrittura per il web e SEO: tutta la verità.

Come arrivare ad essere fra i primi risultati nelle ricerche per parole chiave su Google?

Tutti vogliono la risposta a questa domanda così come tutti vogliono apparire nella prima pagina dei risultati. Ma purtroppo (o per fortuna) non c’è una formula magica, ma processi complessi, soprattutto per chi crea contenuti.

Il posizionamento SEO su Google è un concetto oggi piuttosto volatile: lo slot occupato nella serp è sempre diverso, ogni individuo ha la sua pagina dei risultati basata su ricerche precedenti e le fluttuazioni sono sempre in agguato.E per aumentare la visibilità di un sito su Google non basta seguire una o più keyword, devi scrivere qualcosa che altri non hanno ancora pubblicato. Per tentare di salire la posizione su Google è necessario andare oltre, anche oltre il posizionamento così come viene suggerito dai vari strumenti di analisi o di assistenza editoriale. Questi strumenti rimangono indispensabili ma che hanno la tendenza a suggerire la produzione di articoli sempre uguali. La stessa ripetizione incalzante della parola chiave prescelta, non ha più le stesse potenzialità di un tempo. Sinonimi e parole correlate hanno finalmente la popolarità che gli spetta!

Inoltre crediamo sia sempre molto utile quando si scrive un testo pensando alla SEO e al posizionamento, si porsi domande di questo tipo:
Quanto deve essere lungo un articolo per posizionarsi?
Un articolo breve si può posizionare su Google?
Perché quel post con le foto si posiziona meglio?
Quanti link H2 ci devono essere in un post per la SEO?
Nel primo paragrafo c’è la parola chiave o no?

Tutto questo può essere la bozza di una linea guida da seguire quando si vuole scrivere un articolo con SEO ottimizzata, ma ricordate che il posizionamento non sempre è la chiave di tutto e che la qualità dei vostri contenuti ha un valore importante.

 

Condividi
Tweet
+1
Pin